LA FORNACE DELLA CREATIVITÀ

PER ISOLE POSSIBILI

PER ISOLE POSSIBILI


L’associazione CANOVA22 lavora, da qualche anno su progetti pensati per la particolare spazialità dell’Antica Fornace, parte significativa degli studi di Canova a Campo Marzio, intercettando più discipline artistiche all’interno di progetti condivisi.
“Le mutevoli forme del classico”, workshop curato da Franz Prati sul rapporto tra classico e contemporaneo con la mostra finale inaugurata il 3 marzo è stata chiusa poco dopo per le ragioni che tutti sappiamo. Canova22 intende proseguire nella ricerca, già intrapresa, per un fertile scambio di relazioni tra le diverse discipline artistiche con workshop, performance, video arte e mostre monografiche.
L’obbiettivo è quello di coniugare l’evoluzione delle nuove forme del linguaggio artistico con l’integrazione delle attuali tecniche di rappresentazione.
Nei momenti critici di passaggio da una realtà precedente verso un orizzonte apparentemente indefinito, i vincoli imposti dalla libertà d’espressione diventano risorse preziose per una nuova creatività.
L’intento è quello di esplorare, nei linguaggi delle arti coinvolte nei progetti futuri, la consistenza e la versatilità dei limiti e delle regole, che tendono a normalizzare gli spazi delle relazioni tra individuo e società.
Su questi presupposti costruiremo, attraverso i prossimi appuntamenti a partire da settembre, un racconto per frammenti che aiuti a svelare i tracciati di una mappa nella sua progressiva evoluzione, che apra lo sguardo verso punti di vista inediti dell’epocale rito di passaggio che stiamo già intraprendendo, consapevoli o no.