LA FORNACE DELLA CREATIVITÀ

Maria Borgese

Maria Borgese Ha danzato per varie compagnie, tra cui il Balletto di Spoleto. La sua ricerca approda alla commistione di movimento, gesto, parola e immagine che si fondono in un interscambio dinamico dai toni evocativi. Tra le sue regie Perché ce l’ho tanto con..., Dammi una rosa, Nel ventre del forno; le coreografie: Madeleine la folle - Ramakrisna il santo, No perfect life, Marsa Xlockk, Brown Sugar, D’amore e di Libertà, Bifurcating Futures (video d’arte per Maj Hasager, Svezia-Danimarca). Ha curato My life di Isadora Duncan, La rivoluzione del movimento e Una storia del flamenco, Ladri d’istanti (postfazione a Miles - poesie in presa diretta). Ha Insegnato danza e movimento creativo all’Università Complutense di Madrid; in Italia insegna ai malati di Parkinson, con Parkinzone Onlus. È presente in antologie e riviste letterarie tra cui: Laudato sie mi’ Signore, Buon Natale e felice anno nuovo, Sorridi siamo a Roma, Poesie per la pace, Ciclostile.